Economia

Le basi dello sviluppo economico di Pola, come città  e centro tradizionalmente e economicamente più sviluppato della Regione istriana iniziarono con l’industria navale. Oggi l’industria navale (Uljanik d. d., Tehnomont brodogradilište d. d.) è nota a livello mondiale.

Varie sono le attività produttive a Pola, dalla produzione di cemento (Istra CEMENT d.o.o.) e del vetro (SCHOTT BORAL d.d.) alla produzione di articoli alimentari (BRIONKA d.d. Pula) e l’industria tessile (ARENA modna trikotaža d.d.).

A Pola si sono sviluppate le attività terziarie che forniscono servizi  nell'edilizia (BINA ISTRA d.d., ISTRAGRADNJA d.d., CESTA d.o.o., BOJOPLAST d.o.o.), nel turismo (ARENATURIST d.d.), nel commercio (ISTRA d.d. in liquidazione, PULJANKA d.d.) e i servizi di trasporto  (BRIONI d.d., Zračna luka Pula d.d.).

Nel turismo istriano e croato la città di Pola occupa un posto significativo.
La posizione geografica favorevole, la storia movimentata e la ricchezza di monumenti storico-culturali hanno fatto di Pola una delle destinazioni più attraenti dell'Adriatico orientale.
Oggi la città dispone di una moderna infrastruttura per l'accettazione e il soggiorno degli ospiti nazionali e stranieri: decina di alberghi, due campeggi, villaggi turistici e due marine.
La Zona franca (terraferma e mare) del Porto di Pola è situata nell'acquatorio meridionale. Nella Zona franca 19 utenti producono e forniscono servizi in prevalenza nelle attività produttive. Il fondatore e il gestore della Zona franca è l'Autorità   portuale di Pola.
In conformità alla banca dati della Camera di commercio Croata nella città di Pola nel 2003 erano registrate 1.456 società commericali ossia il 28% del numero totale delle società commericali operanti nella Regione istriana.
La maggior parte delle società commericali sono registrate per l'attività commerciale, le transazioni immobiliari e la rifinitura della merce. La quota massima appartiene alle  piccole e medie imprese commerciali (95,88%).

Le società commericali nella città di Pola realizzano il 28% delle entrate regionali in totale, ossia più di 6 miliardi di kune e circa il 12% del reddito. La quota massima delle entrate in totale viene realizzata dal commercio, dall'industria di rifinitura della merce e dall'edilizia. Nella struttura dei redditi l'edilizia partecipa  con il 50%, seguita dal commercio e dall'industria di rifinitura della merce.
Nelle società commericali registrate nella città di Pola lavorano  circa 14.000 dipendenti, ossia il 35% del numero totale di dipendenti delle società commericali operanti nella Regione istriana. Il maggior numero di dipendenti lavorano nell'industria di rifinitura della merce (5.771), poi nel commercio (2.539), e nell'edilizia e turismo.

Ulteriori informazioni:

HGK-ŽUPANIJSKA KOMORA PULA/CAMERA DI COMMERCIO REGIONALE POLA
www.hgk.hr