Novosti

Si è concluso il concorso creativo del progetto EASY TOWNS

07/02/17 

 

Si è tenuta ieri al Palazzo comunale la presentazione dei lavori degli studenti dell'Università Juraj Dobrila di Pola nell'ambito del concorso creativo al progetto EASY (European Accessible Sustainable Young) TOWNS. In collaborazione con la Città di Pola e l'Università Juraj Dobrila di Pola si è venuti all'idea di unire il Consiglio dei giovani della Città di Pola con gli studenti Erasmus. Kristina Hlavati, collaboratrice professionale per la mobilità e i progetti europei della Facoltà dell'economia e turismo "Dr. Mijo Mirković" di Pola ha ringraziato il Consiglio dei giovani della Città di Pola di aver riconosciuto il valore della collaborazione con gli studenti di Pola e il contributo che possono dare nell'ambito della promozione dei valori europei. Ha espresso la prontezza e l'interesse dell'Università Juraj Dobrila di Pola per le nuove collaborazioni future. Lena Radunić dell'Assessorato alla cultura della Città di Pola si è complimentata con il lavoro degli studenti ed ha espresso il desiderio di continuare la collaborazione con l'Università di Pola nei campi di interesse comune. Inoltre, ha aggiunto che la Città di Pola si impegnerà a includere i giovani nelle attività che rendono possibile il loro sviluppo personale e professionale e l'acquisizione di nuove competenze ed esperienze. Gli studenti, fruitori del programma Erasmus, hanno avuto il compito di elaborare la presentazione che raffigura il loro scambio e i valori europei acquisiti durante il soggiorno del loro studio all'estero. I membri del Consiglio dei giovani della Città di Pola hanno valutato i lavori presentati di Massimo Brajuha, Corina Šćulac, Ina Cerovečki, Anja Boljunčić Punčikar e Amela Škrijelj.

 La presidente del Consiglio dei giovani della Città di Pola Sara Bužleta ha dichiarato che la giuria ha avuto un compito pesante „ gli studenti si sono impegnati moltissimo a dimostrare in maniere diverse le esperienze acquisite, nozioni, abilità e

 

competenze che in maniera creativa e originale hanno raffigurato nei loro lavori attraverso presentazioni interattive.“

Con la maggioranza dei voti è stato deciso che la vincitrice del concorso creativo è Amela Škrijelj, studentessa del corso di laurea Management e imprenditoria,che ha presentato il suo soggiorno Erasmus all'Università di Almeria. Amela ha riunito in maniera unica i valori più importanti che le hanno dato la possibilità di fare lo scambio.

Il suo soggiorno in Spagna considera finora uno dei periodi più belli della sua vita „l'esperienza Erasmus mi ha aperto moltissime porte e mi ha aiutato a svilupparmi come persona, diventare più responsabile e cosciente dell'importanza dei valori europei che portiamo in noi e le diversità con le quali ci incontriamo, e che effettivamente arricchiscono la mia vita“.

Il mese prossimo Amela presenterà il suo lavoro alla quarta conferenza internazionale a Malta che si terrà all'isola di Gozo dal 22 al 25 marzo.  

Il progetto della Città di Pola viene svolto dall'Assessorato alla cultura in collaborazione con il Consiglio dei giovani della Città di Pola i cui membri organizzano le attività locali. L'obiettivo del progetto è la creazione di reti di undici città partner al progetto e l'istituzione di una collaborazione futura nei campi dell'integrazione dei giovani e della tolleranza verso la multiculturalità.

Finora si sono tenute tre conferenze internazionali e due concorsi creativi locali. Al primo concorso creativo si è stabilita la collaborazione tra la Città di Pola e il Consiglio dei giovani della Città di Pola con i giovani presentanti delle minoranze nazionali dal territorio di Pola attraverso il concorso creativo di presentazione delle attività locali per le quali si impegnano le minoranze nazionali. Il vincitore Marko Voštan ha presentato il suo lavoro alla terza conferenza progettuale a Pforzheim nell'ottobre dell'anno scorso dove ha viaggiato con i rappresentanti della Città di Pola e del Consiglio dei giovani. Fino alla fine di quest'anno si terranno ancora due conferenze, a Malta e quella finale a Vicenza.

Il progetto si finanzia dal programma europeo „Europa per i Cittadini“.